KILIM KIRÇIL
Questi Kilim provengono da una micro-regione dell'Anatolia sudorientale a ridosso della Siria. L'inusuale accostamento delle materie utilizzate, lana di capra e cotone, denota la necessità dei popoli nomadici locali, di ottenere manufatti di particolare robustezza. Questa tipologia di kilim era infatti destinata ad usi umili, quali l'essiccamento della frutta o dei cereali. Risultavano quindi essenziali alla vita quotidiana e ritenuti per questo particolarmente preziosi.
La presenza di piccoli ricami o di fili di diverso colore, quali segni di protezione totemica, sottolineava quanto queste tessiture fossero importanti garantendo la conservazione delle riserve di cibo invernale.